novità

Power Progress Community diventa membro della fondazione OpenPOWER

Milano, 2 novembre 2016. L’associazione Power Progress Community annuncia oggi di essere entrata a far parte dei membri della fondazione OpenPOWER, una comunità per lo sviluppo aperto basata sull’architettura di microprocessori POWER.

Power Progress Community è una associazione senza fini di lucro che entra a far parte di una sempre più numerosa schiera di organizzazioni fondate sullo sviluppo collaborativo. Power Progress Community ha lo scopo di realizzare soluzioni tecnologiche innovative che possano ampliare le possibilità di scelta, controllo e flessibilità agli sviluppatori della prossima generazione e alle realtà a grande scala come data centers. I partecipanti alle attività della Power Progress Community realizzano soluzioni hardware e software basate su architettura POWER, concedendo agli utilizzatori e innovatori di questa piattaforma delle licenze di libero utilizzo, contribuendo efficacemente ad espanderne l’ecosistema e l’attrattività.

Power Progress Community promuove la diffusione di software (specialmente quello di tipo Open Source), e hardware incentrato principalmente sull’architettura PowerPC e OpenPower. Il primo grande progetto dell’associazione è la realizzazione di un portatile basato su PowerPC e Linux pensato per rendere facilmente accessibile questa piattaforma agli utilizzatori privati generici.

“La Fondazione OpenPower è una grande opportunità per la diffusione del nostro progetto” dice Roberto Innocenti, il presidente dell’associazione Power Progress Community. “Ciò che è più importante per noi è che nella fondazione OpenPOWER ci sono moltissime persone, università e aziende che spingono per l’utilizzo dell’architettura Power. Questo significa che avremo più possibilità di stabilire nuovi contatti e relazioni utili per portare avanti i nostri progetti”.

“L’approccio collaborativo alla progettazione nella fondazione OpenPOWER sta modificando il modo in cui le aziende di microprocessori e soluzioni tecnologiche stanno affrontando l’innovazione” dice Calista Redmond, presidente della fondazione OpenPOWER. “L’architettura POWER è pensata per affrontare l’elaborazione dei cosiddetti big-data in un’ottica cloud. Membri della fondazione OpenPOWER come Blazegraph fanno dei processori POWER la base della propria innovazione, rendendo possibile lo sviluppo di applicazioni che riescono efficacemente ad affrontare gli odierni carichi di lavoro”. Per saperne di più a proposito della fondazione OpenPOWER, e per avere una panoramica più ampia di tutti i membri, visitate il sito www.openpowerfoundation.org.

Unitevi alla discussione usando l’hashtag #OpenPOWER

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *